Intersexistenza: Il problema di altri su un corpo

Quella dell’intersessualità è una tematica ancora poco conosciuta ed affrontata, tanto nelle nostre Università quanto nei nostri Ospedali; condizione, però, che ha un’incidenza circa dell’1,7% sui neonati (secondo quanto stimato dalla biologa e studiosa di genere Anne Fausto-Sterling, nel suo saggio “Sexing the Body: Gender Politics and the Construction of Sexuality”, 2000).

L’incontro in forma seminariale ha l’obiettivo di spiegare chi sono gli/le intersex e quali sono le rivendicazioni e necessità legate al loro corpo, la medicalizzazione ancora oggi praticata e le conseguenze evidenziate. Gli interventi chirurgici a fini cosmetici nell’infanzia in quei bambin* in cui coesistono caratteristiche sessuate sia femminili che maschili (cromosomi, ormoni o organi riproduttivi), infatti, sono prassi nel nostro sistema sanitario, così come tutte le pratiche atte a rendere un aspetto della vita come l’identità di genere e sessuale di competenza prettamente medica.

Le variazioni intersessuali non minacciano, generalmente, la salute dell’individuo nel corso della sua vita, se non nelle implicazioni rispetto al genere sociale, mentre le medicalizzazioni eseguite di queste variazioni possono creare problemi di salute a lungo termine, quali ostacolare il percorso identitario, causare, in alcuni situazioni, traumi simili a coloro che subiscono abusi sessuali.

Il Coordinamento Puglia Pride, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Bari, della Regione Puglia, del Comune di Bari e dell’Ordine Regionale degli Psicologi presenta:

Intersexistenza: Tra vergogna, invisibilità e medicalizzazioni
Il problema di altri su un corpo.

19 giugno 2017, ore 15.30 – Clinica Neurologica – Aula Ferraris

Intervengono:
Rosa Perrucci – portavoce Puglia Pride Bari 2017

Nicole Braida – Sociologa dell’Università degli Studi di Torino;
Collettivo Intersexioni;

Anna Lorenzetti – Docente dell’Università degli Studi di Bergamo;

Luca Quagliarella – psicoterapeuta, sessuologo
Day Hospital per i Disturbi delle Identità di Genere UOC di Psichiatria, Policlinico di Bari.

Monica D’Aprile – dott.ssa in Ostetricia
Rete della Conoscenza

Modera:
Matteo Nigri – Coordinamento Puglia Pride

Sono previsti per i CdL in Medicina e Chirurgia – Professioni Sanitarie 0,3 CFU

Evento di sensibilizzazione su alcune delle tematiche e rivendicazioni presenti nel documento politico del Puglia Pride 2017 che potete consultare sul sito
www.pugliapride.com

Vi aspettiamo!